ROMA 29 GENNAIO/23 DICEMBRE 2022
LUCIANO BELLINI <span class="trattino visibile">-</span> NANDO CITARELLA <span class="trattino">-</span> COMPAGNIA LA PARANZA
Teatro de’ Servi
13.11.2022 <span class="orario">ore 17.30</span>
https://teatroservi.vivaticket.it/it/event/compagnia-la-paranza-musica-senza-confini/184334?id_show=184334
MUSICA SENZA CONFINI

Storie di ultimi, vinti, emarginati, eroi e grandi amori
tra musiche classiche, folk, pop, tradizionali e tammurriate –


 

Nando Citarella, Rosaria Angotti, Isabella Valeri, voci soliste
e con

Marco Valabrega, violino
Bruno Zoia, contrabbasso
Stefano Indino, fisarmonica
David Croce, percussioni
Luciano Bellini, pianoforte e direzione musicale

 

Musica senza confini intende armonizzare in un unico respiro vari stili, linguaggi e forme musicali lontane nello spazio e nel tempo, ma tutte generate dallo stesso desiderio di dar voce ai desideri e ai sentimenti più profondi.

Tutti i brani ci parlano di storie forti, pulsioni intense, grandi amori e grandi dolori, disperazione e voglia di vivere, pianto e danza sfrenata gioiosa o terapeutica.

Un caleidoscopio umano ricco di emozioni a forti tinte che si immergono in fluidi musicalidiversissimi tra di loro: brani classici, popolari, teatrali, tradizionali; ballate antiche econtemporanee, danze ancestrali e armonie inquiete e che si muovono trasversalmente alla ricerca di una verità profonda e di un mondo migliore.

Un’umanità dolente ma fiera si muove tra le note del programma, alla ricerca di amore e dignità, trovando un sorriso o – a volte – un’allegria sfrenata e contagiosa.

Lo sguardo è rivolto soprattutto al “Sud del Mondo”, agli umili, i diversi, i vinti, gli emarginati, con lo sguardo sempre rivolto alla speranza di una nuova vita.

Passare da Vivaldi a Brecht, da Bizet a De Andrè, dalle Milonghe di Borges alle musiche epiche di Theodorakis e alle danze caraibiche di Lecuona non è stato difficile per musicisti che – al di là degli aridi steccati – cercano di raggiungere il cuore profondo di ogni musica, sia essa una sfrenata pizzica o tammurriata o una dolente pagina di musica barocca.

Alcuni anni fa si parlava di contaminazioni fra i vari generi, oggi si parla solo di Musica, senzaconfini, capace di abbattere con la forza della passione e del rigore compositivo ogni barriera, correndo di pari passo con l’avanzare inarrestabile delle integrazioni culturali e della solidarietà umana abbracciando il diverso.

 

 

 

MUSICA SENZA CONFINI
ARTISTI

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

E RICEVI UNO SCONTO DEL 20% PER UN CONCERTO

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL