ROMA 4 LUGLIO/23 DICEMBRE 2021
FILIPPO TIMI
Casa del Jazz
31/07
https://www.ticketone.it/event/i-concerti-nel-parco-casa-del-jazz-2021-casa-del-jazz-13775676/
SCIARADA

Trilogia della vita

FILIPPO TIMI
Filippo Timi, attore

e con Giovanni Onorato, attore e cantante
Mario Russo, attore, violino, tromba
Claudio Larena, batteria

Lorenzo Minozzi, producer,sound engineer
Drammaturgia originale di Filippo Timi

 

“Sciarada” Trilogia della vita nasce su commissione del festival  a Filippo Timi, che ne firma la drammaturgia originale ed ha scelto personalmente come suoi compagni di viaggio in questa nuova avventura un  quartetto di giovani e promettenti attori e musicisti romani: l’attore, poeta e cantante  Giovanni Onorato,che di definisce “un poeta punk” i,Mario Russo, attore e insieme al al violino e tromba, il batterista Claudio Larena, ed il noto producer e sound engineer di stanza tra Roma e Los Angeles, Lorenzo Minozzi, che intreccia e amalgama in un personalissimo sound tutte le sezioni musicali

 

Timi ha pensato a “SCIARADA” -  termine che come sappiamo ha un duplice significato gioco enigmistico e rompicapo,/ problema difficile da risolvere declinando entrambi, misteriosamente, il contenuto dello spettacolo, che ha come sottotitolo  Trilogia della Vita .

Tre tableaux, quindi, assolutamente diversi ed antitetici fra loro a cui Timi ha dato questi titoli e sottotitoli:

IL SOGNO E LA SUA SCONFITTA
                   ….ascoltando la Pavane di Fauré

una riflessione nata dalla dura e straniante esperienza esistenziale ed emozionale che il dramma della pandemia e le sue conseguenze ha impresso nelle nostre vite

 

UNA VITA IN ASCENSORE
           ….divertisment su stralci di vita quotidiana   

Repentino cambio di marcia e di toni , leggeri divertenti, fatui…, stralci di vita quotidiana, quella banale, buffa banale, tragica e meravigliosa , che passa al supermarket, in ascensore, in strada con gli amici.

 

IL DESIDERIO
                 ….omaggio a Kolt
ès      

Breve e incisivo  tableau finale che declina  il tema del desiderio che è il fulcro  di “Nella solitudine nei campi di cotone” opera somma di Bernard – Marie Koltès, drammaturgo francese,  che l’attore umbro predilige.

 

La musica immaginata, trovata, condivisa da : Giovani Onorato, il suo cantato oscilla pericolosamente fra la preghiera e l’urlo,  Lorenzo Minozzi le sue produzioni sono caratterizzate da percussioni africane distorte e un uso arrogante del vocoder. E a spiazzare ulteriormente lo spettatore poetiche ventate di musica colta, da Faurè a Verdi. I loro brani si alterneranno alla recitazione eccentrica e passionale di Filippo Timi e saranno impreziositi dalla presenza scenica di Mario Russo e Claudio Larena, due musicisti/performer che interverranno sulle produzioni elettroniche di Lorenzo con la fisicità dei loro strumenti.

I cinque si alterneranno sulla scena, prendendo attenzione e lasciandola agli altri, in un gioco scenico misterioso e complesso fra parola e suono, musica e teatro. 

 

Ed in conclusione  un/a “ospite a sorpresa”, invitato personalmente a salire sul palco da Timi,  per un finale dirompente e sempre più spiazzante e coinvolgente.

 

SCIARADA
ARTISTI

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

E RICEVI UNO SCONTO DEL 20% PER UN CONCERTO

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL