Caricamento Eventi

Edizione 2016

Concerto inaugurale. Ore 21.15

Paolo Fresu Bojan Z Gianluca Petrella

Bojan fresu Petrella )110815_ (1)

Il duo formato da Paolo Fresu e Bojan Zulfikarpasic è nato in occasione di una “CARTE BLANCHE” di tre giorni offerta a Paolo dal celebre “New Morning” parigino. Il club, volendo omaggiare Miles Davis, ha chiesto al trombettista (nell’autunno del 2001), se sarebbe stato in grado di presentare un progetto, sostanzialmente dedicato al grandissimo musicista di Aalton, nella difficile forma del duo. Nella tre-giorni che ne scaturì, il duo composto con Bojan Z, ormai da anni, tra i più intelligenti e moderni pianisti operanti nella metropoli francese, fece registrare un successo raro. Entro il classico triangolo “standard – brani originali e libera improvvisazione”, la musica del duo sembra fluire con naturalezza massima, spinta da una parte dalla sorprendente ed esaustiva energia del pianista di Belgrado e, dall’altra, dalla sempre magica naturalezza musicale di Fresu. L’estemporaneo incontro fra Paolo Fresu e Gianluca Petrella, protagonisti sino ad oggi di alcune avventure musicali in comune è invece da annoverare nel libro della creatività assoluta. I due grandi nomi del jazz contemporaneo hanno dalla loro una grande preparazione tecnica, volta innanzitutto alla ricerca del suono tout-court e, anche per questo, entrambi non sono nuovi alle frequentazioni nel mondo dell’elettronica, usata appunto anche in questa occasione con la massima duttilità ed intelligenza possibili, seguendo l’ormai famoso motto inventato da Brian Eno, che indica un uso appunto “intelligente” della macchina, laddove dunque sia l’uomo a controllare la macchina e mai il contrario.

Il resto è davvero pura gioia per le orecchie dell’ascoltatore anche perché il duo si diverte e riesce a divertire, attraversando territori di assoluta originalità, toccando “sacri” standard della storia della musica afro-americana e brani originali che il duo ha aggiustato e perfezionato per il collaterale progetto Brass Bang! che li ha visti insieme accanto agli altrettanto grandi nomi di Steven Bernstein e Marcus Rojas (o Oren Marshall) in un quartetto solo fiati dalle peculiarità vulcaniche. Un duo sostanzialmente dalle grandi possibilità “esplosive” vuoi per l’alta capacità di produzione di idee collegata alle peculiari personalità musicali in gioco, vuoi per la ricerca di nuove architetture mai scontate in un progetto almeno sulla carta così impegnativo e comunicativo come quello del duo, figurazione tra le più difficili del mondo della musica improvvisata. Il trio nato dall’incontro di questi due “duo”, riassume il meglio della vitale linfa sonora di entrambe le figurazioni sonore trovando innanzitutto nell’energia interpretativa la propria prima ragione di essere. Davvero travolgenti, creativi e immensamente comunicativi, questi tre veri eroi del suono moderno non faticano nemmeno un momento per conquistare e affascinare ogni tipo di pubblico.

 

PRIMA ASSOLUTA

 

Bojan fresu Petrella )110815_ (1)

Paolo Fresu

Paolo Fresu

La banda del paese e i maggiori premi internazionali, la campagna sarda e i dischi, la scoperta del jazz e le mille collaborazioni, l’amore per le piccole cose e Parigi. Esiste davvero poca gente capace di mettere insieme un tale abbecedario di elementi e trasformarlo in un’incredibile e veloce crescita stilistica. Paolo Fresu c’è riuscito proprio in un paese come l’Italia dove – per troppo tempo – la cultura jazz era conosciuta quanto Shakespeare o le tele di Matisse, dove…
Bojan fresu Petrella )110815_ (1)

Bojan Zulfikarpasic

Bojan Zulfikarpasic

Nato a Belgrado nel 1968 Bojan Zulfikarpasic comincia a studiare pianoforte all’età di cinque anni. “La musica è un’attività molto diffusa nel mio Paese,… La mia famiglia, assieme ad amici, si riuniva per festeggiare e suonare fino a notte tarda. Io mi addormentavo con le canzoni del patrimonio musicale jugoslavo. Poi, attraverso l’insegnamento, ho scoperto Bach, Ravel e Debussy, grazie ad un’amica ho scoperto i Beatles e grazie a mio padre la musica brasiliana. Io ripetevo i brani, provavo a trovare gli accordi giusti,…
MI0001365670

Gianluca Petrella

Gianluca Petrella

Uno dei più talentuosi trombonisti al mondo (ha vinto per due anni consecutivi il il celebre “Critics Poll” della rivista Down Beat, nella categoria “artisti emergenti”), Gianluca Petrella (classe 1975) ha iniziato la sua carriera oltre 20 anni fa. Ha collaborato con artisti internazionali – quali Steve Swallow, Greg Osby, Carla Bley, Steve Coleman, Tom Varner, Michel Godard, Lester Bowie, Sean Bergin, Hamid Drake, Marc Ducret, Roswell Rudd, Lonnie Plaxico, Ray Anderson, Pat Metheny, Oregon, John Abercrombie, Aldo Romano, Steven…