Caricamento Eventi

Edizione 2010

Sulle note della celebre musica di Fiorenzo Carpi

La vera storia di Pinocchio

  • 30 novembre 2010
  • Teatro Vascello
pinocchio_cartellone

La vera storia  di Pinocchio raccontata da lui medesimo

Scritto, diretto e interpretato da Flavio Albanese
Musiche di Fiorenzo Carpi a cura di Giulio Luciani

al pianoforte Roberto Vacca
scene Iole Cilento e Porziana Catalano
luci e fonica Giacomo Cursi
la voce della fata è di Cristina Spina
il pupazzo di Pinocchio è stato ideato e realizzato da Renzo Antonello

Una produzione Compagnia del Sole in collaborazione con Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa

Tra prosa e filastrocche, racconti in prima persona, canzoni, arie e recitativi lo spettacolo ripercorre le principali vicende che hanno portato un semplice “ciocco” di legno a diventare un bambino.
I personaggi appaiono e scompaiono sulla scena, a volte impersonati dallo stesso Flavio Albanese altre volte sono evocati attraverso la magia e gli espedienti del teatro del varietà.
Ci sono proprio tutti: Geppetto, la Fatina, il Gatto e la Volpe, il Grillo parlante, Mangiafuoco, l’Omino di burro, il Domatore e il pappagallo. È una storia per grandi e piccini e in particolare per “burattini che vogliono diventare bambini”.

Me la raccontava mia nonna, tenendomi in braccio per farmi addormentare, attraverso le sue parole, le ombre si trasformavano in personaggi. Vedevo Mangiafuoco, il Gatto la Volpe, la Balena…
Ricordo una profonda paura mista a una forte sensazione di coraggio. Imparai, allora che era lei la fatina… e così sentivo dentro di me la forza di poter affrontare tutte le avventure del mondo… Poi le favole si sono trasformate in realtà: ho conosciuto veramente il Gatto e la Volpe ed ora so che esistono davvero, come il Grillo, la Fatina, la Balena, Mangiafuoco, il paese degli acchiappa citrulli…

Pinocchio corre sempre, nuota, salta, vola, segue strade buie, pericolose, ma una luce, una voce, qualcosa, lo condurranno sempre, dopo tante avventure, nel luogo da dove è partito…

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti disponibili