Caricamento Eventi

Edizione 2015

Dialogo Pastorale al Presepio di Nostro Signore

Hyo Soon Lee & Tastar de corde

  • 6 dicembre 2015
  • Convento Ss XII Apostoli
tastar_de_corde2

Hyo Soon Lee – soprano
Tastar de corde – formazione di musica antica

Musiche di Giovanni Francesco Anerio

Enrico Orlando – violino
Antonio Di Trapani – viola da gamba
Francesco Mirarchi – arciliuto, chitarra a quattro cori, chitarra barocca e mandolino barocco
Gianluca Schingo – liuto principale, liuto basso, chitarra barocca e tiorba
Marcello Candela – clavicembalo

L’autore
Giovanni Francesco Anerio è senza dubbio tra i musicisti più rappresentativi di quella generazione che, formatasi sulle tradizionali basi della tecnica contrappuntistica, approdò successivamente alla nuova pratica della monodia e del basso continuo. […]
Dopo un’occasionale partecipazione come organista nelle musiche quaresimali del1595 all’oratorio del SS. Crocefisso di S. Marcello, si ha notizia che nel 1600 divenne maestro di cappella della basilica di S. Giovanni in Laterano, succedendo al Soriano, dove rimase fino al 1603. […]
Giovanni Francesco Anerio compose, in campo profano, madrigali, canzonette, dialoghi e arie, in campo sacro, messe e mottetti polifonici, concertati e monodici, ma certamente l’opera a cui giustamente è legata la sua fama nella storiografia musicale è il Teatro Armonico (1619), una raccolta di madrigali spirituali in forma di dialoghi, felice sintesi dell’esperienza polifonica e della monodia, che si pone come modello di ulteriori sviluppi dell’oratorio.

Il dialogo pastorale al presepio (1600)
L’episodio dei pastori al presepio costituisce nell’arte come nella musica uno temi evangelici più suggestivi e ricchi di immagini pittoresche, fatte di gioia semplice e spontanea, fatte di gioia semplice e spontanea, che riuscì a dar vita, sia nel campo della musica vocale che in quello strumentale, ad un «filone», quello «pastorale» appunto, sempre in bilico tra l’arcadico e il devozionale. […]
La concisione della musica, fatta di brevi spunti imitativi e di passi omoritmici, permette di avvicinare il Dialogo Pastorale al genere laudistico; ma un confronto con la lauda musicata dal Soto sulle stesse parole, evidenzia in modo inequivocabile, come nell’Anerio giochi un ruolo determinante l’esperienza del madrigale, forma che in quegli anni raggiungeva l’apice della sua evoluzione. […]

A cura di Arnaldo Morelli in “Giovanni Francesco Anerio, Dialogo pastorale al presepio di nostro Signore”
(Roma, Pro Musica Studium, 1983)

Lo spettacolo è realizzato in collaborazione con la Camera Musicale Romana