Caricamento Eventi

Edizione 2016

Edoardo Ferrario Show. Ore 21.15

Edoardo Ferrario

edoardo newevento_200x200

Edoardo Ferrario, voce recitante

Teresa Azzaro, musiche di scena

 

 
Dalla stand-up comedy alla televisione, dal Web alla radio, uno dei talenti più giovani del panorama italiano della comicità.
Gli americani hanno il comico, sceneggiatore, attore (e molto altro) Louis C.K. Noi, invece, abbiamo Edoardo Ferrario. Che detta così, lo sappiamo, suona un po’ male – come se fosse facile reggere il confronto con un mostro sacro della stand-up comedy come C.K. E invece no, va bene così: Ferrario è perfetto, è il nostro asso nella manica e il successo che in questi ultimi mesi ,ma da anni, oramai, sta riscuotendo ne è una prova.
Se non lo conoscete già – cosa abbastanza difficile – lasciate che vi ricordiamo, brevemente, di cosa e soprattutto di chi stiamo parlando. Edoardo Ferrario nasce come stand-up comedian, un comico che da solo riesce a sostenere un intero spettacolo insomma, e approda giovanissimo in televisione con le Guzzanti . Prende in giro il giornalismo italiano, quello trito e ritrito, dai toni altisonanti e dai format vecchi e obsoleti. Subito, viene notato: il pubblico applaude e ride di gusto quando va in scena e la cosa – specie in una trasmissione dove la clap è abolita – non è poco.
Da La7 approda su YouTube (ma non è, attenzione, uno YouTuber), dove crea una Web serie, Esami, che ottiene l’attenzione dei media e del pubblico. Nel frattempo non abbandona il suo primo amore, la stand-up comedy, e si unisce alla banda di Serena Dandini su Radio2, dove riporta il suo Pips, uno dei personaggi più amati di Esami, riadatta Romeo e Giulietta ai tempi di Gomorra e dove parla, col suo stile inconfondibile, di attualità. Piace, è bravo, e conta di tornare presto in televisione. Nel suo futuro, molto probabilmente ci sarà anche il cinema. Perché qualche produttore, dopo il successo Web, l’ha già adocchiato. E anche noi.
Il suo nuovo spettacolo è ancora una volta una stand up comedy. Un monologo animato da personaggi assurdi quanto familiari, dagli assistenti universitari e gli studenti di ESAMI – la serie passando per frati trappisti, organizzatori di sagre paesane, segretarie dell’antica Atene, giovani storici dell’arte, criminali umbri, odontoiatre quarantenni, proprietari di compro oro dal fosco passato fino allo zio di Bob Dylan. Uno spettacolo che non offre risposte, solo domande a piacere.
Una serata in cui i personaggi che incontriamo ogni giorno si ritrovano finalmente sullo stesso palco: una buona occasione per incontrarli tutti, senza prendere appuntamento.
PRIMA ASSOLUTA