Caricamento Eventi

Edizione 2007

Un piano jazz gioca su tema e variazioni

Carlo Negroni

  • 23 luglio 2007
  • Villa Doria Pamphilj
negroni_cartellone

Carlo Negroni
in

Variazioni sul tema
un piano jazz gioca su tema e variazioni

Produzione I Concerti nel Parco

Edizioni Rai Trade

Prima Assoluta

Dopo il grande riscontro di pubblico e di critica di “Millenium Bach” nello scorso 2005, Carlo Negroni presenta in prima assoluta un altro entusiasmante viaggio musicale espressamente commissionato da “I Concerti nel Parco”:

“Variazioni sul tema”

Con l’elaborazione jazzistica di variazioni di grandi compositori di ieri ed oggi, il pianista romano scopre ancora una volta un passaggio segreto tra il pianeta classico e quello jazz.

Carlo Negroni, con l’elegante maestria e la disinvolta giocosità che gli sono propri, ci conduce in un vero e proprio tour musicale: pesca da epoche e linguaggi diversi, cita, assembla e ricrea il particolare modus compositivo della variazione sul tema.

La variazione sul tema, entusiasmante consuetudine della libertà compositiva del XIX secolo, deriva dall’improvvisazione. E l’improvvisazione, un tempo, era pane quotidiano per ogni compositore.
Molti geni del passato erano infatti abili improvvisatori prima che compositori: l’equazione variazione – improvvisazioneera pratica logica e naturale.

I temi musicali da cui il pianista parte sono i più disparati e riconducibili a compositori di periodi storici diversi: da Arcadelt ai Metallica, da Monteverdi a Williams, da Beethoven e Mozart a Morricone ed i Beatles.

Ma c’è molto altro e molto di più che si può solo scoprire ascoltando, in questa serata di grande musica senza steccati, a Villa Doria Pamphilj.

Un piano jazz gioca su tema e variazioni di

  • Anonimo – Salve Regina (melodia gregoriana)
  • Jacob Arcadelt – Il bianco e dolce cigno
  • Claudio Monteverdi – Orfeo (sinfonia)
  • Johann Sebastian Bach – Preludio n. 1 del “Clavicembalo ben temperato” (I vol.), Concerto Italiano (II tempo)
  • Wolfgang Amadeus Mozart – “Non più andrai farfallone amoroso” Da “Le Nozze di Figaro”
  • Ludwig Van Beethoven – Sinfonia n. 7, Sonata Patetica
  • Robert Schumann – Kinderzenen
  • Sergej Prokofiev – Sonata n. 7
  • Modest Mussorsgky – Quadri di un’esposizione
  • Bela Bartok – Dal diario di una mosca
  • Ennio Morricone – Cinema Paradiso
  • John Williams – Schindler list
  • Beatles – Medley
  • Metallica – Medley

Carlo Negroni ama ricordare le parole di Miles Davis sulle diversità lessicali in musica: “non esistono i linguaggi, esiste solo buona o cattiva musica”.