Autunno 2016

Ha inizio la sezione autunnale del festival I Concerti nel Parco, che come usualmente, si sviluppa programmaticamente in direzione multidisciplinare: dalla musica rinascimentale al jazz,dai reading musicali agli spettacoli per bambini e ragazzi, dalla musica folk e world alla canzone d’autore, dalla classica alla contemporanea, offrendo così un’ampia e variegata offerta di spettacolo a costi molto contenuti.

Nel momento attuale, nel quale è obiettivamente un’impresa ardua, in alcuni casi titanica, coinvolgere in maniera ricorrente un pubblico di spettatori intorno ad eventi che non siano di natura commerciale, ci sembra già un traguardo importante questo: riuscire a far uscire la gente di casa per godere l’opportunità di apprezzare uno spettacolo dal vivo, che lasci non solo una bella sensazione, ma la voglia di tornare.
Si potrà pensare che forse è un obiettivo da poco, ma chi ha gli occhi aperti sul panorama culturale attuale, sa che così non è, ed è straordinariamente felice quando succede di vedere una sala piena ad uno spettacolo teatrale o musicale e magari individuare qualche decina di ragazzi seduti in platea.
Altro dato significativo e ricorrente della stagione autunnale de I Concerti nel Parco, è la collaborazione con altri enti di spettacolo capitolini: l’obiettivo è lo stesso, ed è quello di cui sopra, ma “l’unione fa la forza”. Soprattutto in momenti di vacche magre come gli attuali, la sinergia di intenti, è fondamentale per intercettare e veicolare in maniera intelligente e proficua le richieste del pubblico. Anche quelle inespresse.

Insomma, vi aspettiamo. E saremmo contenti, a fine spettacolo, di essere avvicinati per sapere cosa vi è sembrato di ciò che avete visto e sentito…

Teresa Azzaro