5 dicembre 2016

La programmazione de I Concerti nel Parco, autunno 2016, chiude con un suggestivo fuori programma…

Nell’ambito di MUSEI in MUSICA 2016, la nota manifestazione organizzata da Roma Capitale –Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, presentiamo un progetto delizioso ispirato al Natale imminente.

“Angeli, Pastori e Magi – Natale Italiano”, di e con Nando Citarella, La Compagnia della Paranza, l’Ensemble Cymbalus & Equivox. Sabato 10 dicembre presso l’Acquario Romano, Piazza Manfredo Fanti, 47, Roma. Orari: 20.30 – II replica 21.30.

Un viaggio nell’Italia popolare attraverso le canzoni della tradizione legata alle feste di Natale. Un attraversamento che riguarda l’intera penisola, dalla Sicilia al Friuli, dal Piemonte alla Sardegna, Campania, Calabria e così via. Il tutto però visto e raccontato da un gruppo di musicanti, zampognari, ma non solo. Un gruppo di suonatori e cantanti, che per tutto lo spettacolo non si limiteranno a proporci una serie di brani natalizi, ma ci racconteranno anche il loro rapporto con il Natale, con la tradizione, la devozione e soprattutto con la musica popolare che a questa straordinaria Festa fa riferimento. Il concerto ha un suo percorso molto preciso, articolato in quattro momenti: l’avvento e la nascita del Bambino – la presenza di pastori e degli zampognari – i rituali delle questue (pastorelle, pasquelle, strine e gobbule) – l’epifania e i canti della stella. Una festa dunque di melodie consacrate dalla tradizione, ma anche una festa di dialetti, di suoni e ritmi diversi, di riti e tradizioni che si mescolano, ma ognuno con la sua forza e la sua bellezza. Un’ora e mezza di concerto, accompagnato da un narratore che man mano guiderà il pubblico attraverso i canti e le musiche che ogni anno, a Natale, accompagnano i giorni del Bambino e della stella. Le canzoni in programma sono state scelte da Giandomenico Curi e Nando Citarella, così come i testi dello spettacolo.

Sarà una serata davvero emozionante, che ci riavvicinerà al senso più autentico del Natale, che si trasmette con forza e genuina immediatezza da i canti, le parole, le danze della tradizione popolare, dal nord al sud d’Italia.

Vi aspettiamo!