12 dicembre 2016

Cafiso_Marchioni

Si è conclusa l’attività autunnale de I Concerti nel Parco, Autunno 2016. Tutti spettacoli bellissimi ed emozionanti, che hanno saputo, ognuno a suo modo, suscitare l’interesse del pubblico e dei media. Ancora una volta, e lo diciamo con soddisfazione, riscontriamo come programmazione di qualità e molto diversificata piace ed attira pubblico di ogni genere. Ringrazio tutti gli artisti, uno per uno, che hanno partecipato alla stagione estiva ed a quella autunnale, per la loro disponibilità, ma soprattutto allegria, passione, entusiasmo nel vivere la loro arte. Entusi asmo e passione, che si trasmette dal palco alla platea e diventa contagioso… Ringrazio i miei collaboratori, anch’essi uno per uno. La condivisione partecipe e convinta degli obiettivi da parte del team ,ha portato ad esiti brillanti nonostante le fortemente problematiche contingenze di partenza. Ed infine ringrazio gli enti pubblici e privati che ci hanno sostenuto economicamente e reso possibile questa edizione numero XXVI de I Concerti nel Parco. Il prossimo anno 2017, l’Estate Romana farà quarant’anni. Speriamo di essere tra coloro che parteciperanno a questa grande festa, che come tante volte affermato, sarebbe bello fosse capace di guardare al futuro, senza dimenticare le sue origini. Arrivederci! Teresa Azzaro

Leggi Tutto

5 dicembre 2016

MIM2016 Musei in Musica

La programmazione de I Concerti nel Parco, autunno 2016, chiude con un suggestivo fuori programma… Nell’ambito di MUSEI in MUSICA 2016, la nota manifestazione organizzata da Roma Capitale –Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, presentiamo un progetto delizioso ispirato al Natale imminente. “Angeli, Pastori e Magi – Natale Italiano”, di e con Nando Citarella, La Compagnia della Paranza, l’Ensemble Cymbalus & Equivox. Sabato 10 dicembre presso l'Acquario Romano, Piazza Manfredo Fanti, 47, Roma. Orari: 20.30 – II replica 21.30. Un viaggio nell'Italia popolare attraverso le canzoni della tradizione legata alle feste di Natale. Un attraversamento che riguarda l’intera penisola, dalla Sicilia al Friuli, dal Piemonte alla Sardegna, Campania, Calabria e così via. Il tutto però visto e raccontato da un gruppo di musicanti, zampognari, ma non solo. Un gruppo di suonatori e cantanti, che per tutto lo spettacolo non si limiteranno a proporci una serie di brani natalizi, ma ci racconteranno anche il loro rapporto con il Natale, con la tradizione, la devozione e soprattutto con la musica popolare che a questa straordinaria Festa fa riferimento. Il concerto ha un suo percorso molto preciso, articolato in quattro momenti: l’avvento e la nascita del Bambino - la presenza di pastori e degli zampognari - i rituali...

Leggi Tutto

Autunno 2016

I concerti nel parco Autunno 2016

Ha inizio la sezione autunnale del festival I Concerti nel Parco, che come usualmente, si sviluppa programmaticamente in direzione multidisciplinare: dalla musica rinascimentale al jazz,dai reading musicali agli spettacoli per bambini e ragazzi, dalla musica folk e world alla canzone d’autore, dalla classica alla contemporanea, offrendo così un’ampia e variegata offerta di spettacolo a costi molto contenuti. Nel momento attuale, nel quale è obiettivamente un’impresa ardua, in alcuni casi titanica, coinvolgere in maniera ricorrente un pubblico di spettatori intorno ad eventi che non siano di natura commerciale, ci sembra già un traguardo importante questo: riuscire a far uscire la gente di casa per godere l’opportunità di apprezzare uno spettacolo dal vivo, che lasci non solo una bella sensazione, ma la voglia di tornare. Si potrà pensare che forse è un obiettivo da poco, ma chi ha gli occhi aperti sul panorama culturale attuale, sa che così non è, ed è straordinariamente felice quando succede di vedere una sala piena ad uno spettacolo teatrale o musicale e magari individuare qualche decina di ragazzi seduti in platea. Altro dato significativo e ricorrente della stagione autunnale de I Concerti nel Parco, è la collaborazione con altri enti di spettacolo capitolini: l’obiettivo è lo...

Leggi Tutto

I Concerti nel Parco, Estate 2016

Arisa I Concerti nel parco 2016

I Concerti nel Parco, Estate 2016 si è concluso trionfalmente, con il bellissimo concerto di Arisa a Villa Ada. Una stagione di spettacolo molto intensa e differenziata che, partita fra mille difficoltà, si è imposta ancora una volta nel panorama estivo dello spettacolo a Roma, per l’originalità e la particolare qualità delle scelte artistiche, sempre premiate da una adesione significativa e continuativa di pubblico e dall’attenzione ricorrente del media e della stampa. Nove spettacoli, rappresentati nella magnifica cornice del parco di Casa del Jazz, a Villa Ada, e nella piccola ma deliziosa piazza Orto delle Capre a Vignanello, in provincia di Viterbo. Nove spettacoli  ai  quali il pubblico ha  partecipato intensamente e allegramente e  artisti fuori dal comune hanno dato tutti, giovani ed adulti,il meglio di se. Rimane il rammarico per non aver potuto rappresentare  tutti gli spettacoli della stagione estiva, così come precedentemente programmati, a causa di una scelta miope e francamente non condivisibile che ci ha fortemente  penalizzati ,per la mancata assegnazione di contributo da parte di Roma Capitale per l’attività di spettacolo de I Concerti nel Parco, Estate 2016, seppur già ritenuti  idonei  quali “Festival d’interesse  per la Città di Roma 2014/2016”. Ci auguriamo un estate romana 2017, profondamente rinnovata. Che dia  finalmente  il segno di...

Leggi Tutto

Lettera aperta all’Assessore Bergamo

logo i concerti nel parco

Caro Assessore, ho letto con interesse l’intervista su  Corsera del 14 luglio, a firma di Paolo Fallai. Premesso: pur non essendo tra coloro che hanno votato M5S, sono tra quelli che hanno trovato molto convincente il suo nome come assessore alla cultura di Roma Capitale. Finalmente, in prima battuta, qualcuno che si sa chi è, che conosce ciò che è successo nell’ambito dello spettacolo dal vivo  a Roma negli ultimi decenni. Un operatore culturale informato e competente, nel senso più bello del termine. Ciò detto, come organizzatore dell’Estate Romana, desideravo commentare un paio di sue affermazioni e chiederle, con molta umiltà, di prendere oggi, pubblicamente un impegno con la Città.   Lei afferma: “ negli ultimi anni è diventata uno strumento per operazioni più o meno commerciali. Non c’è niente di male in tutto questo, ma la dimensione culturale è del tutto insufficiente”. Mi sembra che quest’affermazione faccia “di tutta l’erba un fascio”. L’estate romana degli ultimi anni non è stata solo puro business: esperienze quali Il  Festival delle Letterature, Invito alla Danza, I Solisti del Teatro, Le Vie dei Festival, Centro Ricerche Musicali, Isola del Cinema, Roma incontra il Mondo, I Concerti nel Parco, solo per citarne alcuni, hanno...

Leggi Tutto

Il giocattolo rotto

I concerti nel parco - pubblico

L’estate romana 2016 è cominciata, ma in sordina. Alcune esperienze storiche che hanno animato da decenni il panorama dello spettacolo a Roma, quest’anno – loro malgrado – sono assenti.  Altre, la maggioranza delle attività di spettacolo, devono ancora iniziare la programmazione, e siamo a metà luglio. Ed infine altri grandi festival, tra i quali I Concerti nel Parco, stanno svolgendo la loro programmazione, come sempre gratificata da un grande pubblico e da una significativa presenza sui media, ma nonostante questo non riconosciuta dal Dipartimento Cultura di Roma Capitale, come meritevole di “finanziamento diretto”. E’ una strana estate, questa. L’impressione è quella di un bel giocattolo che si è rotto: ci si affanna a metterne insieme i pezzi, ogni anno con più difficoltà, commettendo anche errori clamorosi – come la “decapitazione” dai finanziamenti pubblici di alcuni festival che sono stati la spina dorsale dell’estate romana  - ed esponendosi perciò chiaramente ad un fitto e motivato bersagliamento mediatico. Andrà come andrà questo luglio 2016. Ci saranno forse un agosto e settembre più movimentati, ma la qualità ed un certa cifra espressiva della manifestazione, quest’anno difficilmente si recupererà. All’assessore Bergamo, un piccolo timido consiglio: lo butti questo vecchio giocattolo. Ne faccia, con  fantasia ...

Leggi Tutto