Ha conseguito il diploma di composizione presso il conservatorio di Santa Cecilia in Roma sotto la guida dell’insegnate Teresa Procaccini.
Scrive colonne sonore per cinema, televisione e teatro.
Per la televisione ricordiamo, tra le altre musiche, quelle di De Gasperi ed Einstein per la regia di Liliana Cavani, Rino Gaetano di Marco Turco, David Copperfield di Ambrogio Lo Giudice, La Baronessa di Carini di Umberto Marino, Olivetti, la Forza di un Sogno di Michele Soavi, K2 – la Montagna degli Italiani di Robert Dornhelm, Barabbas di Roger Young, Edda Ciano e il Comunista e Gli Anni Spezzati di Graziano Diana.

Per il cinema, Ghost Son e The Torturer per la regia di Lamberto Bava, Salvatore Questa è la Vita e La bella società di Gian Paolo Cugno, Maternity Blues di Fabrizio Cattani, Leone nel Basilico di Leone Pompucci, Non Essere Cattivo di Claudio Caligari.

Delle numerose musiche per il teatro citiamo Una Tragedia Reale per la regia di Giuseppe Patroni Griffi, Zio Vania di Sergio Fantoni, Shakespeare Re di Napoli di Ruggero Cappuccio, Tre Sorelle di Cechov e Quattro Quartetti di T.S. Eliot diretti da Maurizio Panici, L’avaro di Moliére con Lello Arena regia di Claudio di Palma.

Ha conseguito il premio “Sonora – Musica per l’immagine” nel 2007, 2008, 2010 e 2011 ed il premio “Colonnesonore.net 2012” – miglior colonna sonora cinematografica – per Maternity Blues.