Musicista, attore, cantante e studioso delle tradizioni popolari, teatrali e coreutico-musicali mediterranee, ha studiato e collaborato con importanti artisti come Eduardo De Filippo, Dario Fo, Linsday Kemp, Roberto De Simone e Ugo Gregoretti.

Dal 1979 inizia a collaborare con la compagnia M.T.M. di Lydia Biondi insieme a Giuseppe Cederna, Memo Dini (entrambi premio Oscar con Mediterraneo di Salvatores), con Luciano Brogi, Roberto Della Casa, Nicola De Feo e Daniela Giordano, con spettacoli in Italia e all’estero.

Nel giugno 2003 è nominato socio onorario dell’Albo degli Scrittori e degli Artisti Italiani ed Europei per la Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO per l’opera svolta nel campo della ricerca sulla Musica Tradizionale e sul Teatro popolare del Sud-Italia.

È protagonista di opere buffe, commedie musicali e concerti in Italia ed all’estero. Ha partecipato, nelle vesti di cantante lirico e barocco, ad alcuni films con la regia di Mario Monicelli, Luigi Magni, Cristina Comencini e Franco Zeffirelli.

Dal 1986 collabora con la Rai sia in radio che in video. Nel 1996 ha cantato in occasione della giornata mondiale della gioventù per il Santo Padre Giovanni Paolo II° in Vaticano.

Ha interpretato da solista, con Lucilla Galeazzi, Milva, Maria Rosaria Omaggio, Mariano Rigillo, Enzo Gragnaniello e Stefano Di Battista, la Passio et Resurrectio di Sergio Rendine trasmessa in mondovisione, nel 2000, dalle Basiliche di Pompei, Chieti e Collemaggio (L’Aquila) e nel 2003, sempre in mondovisione, dalla Basilica della Natività di Betlemme. Le rappresentazioni sono state dirette da Gianluigi Gelmetti, Maurizio Dones e Marzio Conti.

Dall’87 è direttore artistico della compagnia La Paranza, da lui fondata insieme a un gruppo di esperti sulle tradizioni popolari. Con La Paranza partecipa a molti lavori musico-teatrali e danzati assieme a diverse compagnie di teatro-danza come Balletto 90 di Anita Bucchi, con cui produce nel 92 Streghe, vittime e regine con ospite la prima ballerina del Teatro dell’opera di Roma.
Con la coreografa Anna Cuocolo produce In Nomine Patris con la presentazione del regista Pupi Avati ospitato al Festival di Edinburgo.
Con La Paranza ha poi prodotto opere quali: La Cantata Streveza, Briganti, Malmantile e Ionica con testi di Tonino Guerra.

Ha inciso dischi come solista e in gruppo, da Dindirinella all’ultimo 10&25 con i Tamburi del Vesuvio.

È stato direttore artistico del festival Interethnos di Grottaferrata e della sezione Musica e Teatro del Festival del cinema del Mediterraneo.
Collabora con il giornalista e scrittore Giandomenico Curi per il coordinamento artistico del Festival Marcina Etnica a Vietri sul Mare ed è consulente artistico del comune di Gerace con il dott. Pasquale Migliaccio.

Dal 1990 è docente di Musica Folclore e Movimento nella ritualità popolare del centro-sud Italia e nel mediterraneo presso l’I.s.f.o.m. – istituto di formazione per operatori musicoterapisti – di Napoli diretto dal dott. Di Franco;  dal 1998 collabora con il Conservatorio di musica Giordano di Foggia per conto dell’ISMEZ e della CONFIAM, come docente di Terapia e Folclore.

Sempre per la Musicoterapia ha collaborato con “Diverse Abilità” nel Progetto Horizon della Comunità Europea.

È docente presso l’Istituto di Arti e Terapie di Lecce e collabora con il DSM di Frascati e Velletri.
Dal 2000 tiene Laboratori sul Canto Popolare Italiano e sulle Danze del Sud-Italia presso il distaccamento del Conservatorio di Vienna e Puchberg.

Sito ufficiale di Nando Citarella