Massimo Mercelli è forse il flautista al mondo che vanta le più importanti dediche e collaborazioni con i maggiori compositori: hanno scritto per lui o ha eseguito le prime assolute di personalità del calibro di Penderecki, Gubaidulina, Glass, Nyman, Bacalov, Morricone, Sollima. Allievo di Maxence Larrieu ed André Jaunet.
Massimo Mercelli ha intrapreso la carriera di solista e suona regolarmente nelle maggiori sedi concertistiche del mondo: Carnegie Hall di New York, Filarmonica di Berlino, Gasteig di Monaco, Teatro Colon di Buenos Aires, Mozarteum di Salisburgo, Concertgebouw di Amsterdam, San Martin in the Fields e Wigmore Hall di Londra, Čajkovskij Hall di Mosca, Parco della Musica di Roma, Filarmonica di San Pietroburgo e nei festival di Ljubljana, Berlino, Santander, Vilnius, San Pietroburgo, Bonn, Rheingau, Jerusalem, collaborando con artisti quali Yuri Bashmet, Krzysztof Penderecki, Philip Glass, Ennio Morricone, Luis Bacalov Peter-Lukas Graf, Maxence Larrieu, Aurèle Nicolet, Anna Caterina Antonacci, Ramin Bahrami, Albrecht Mayer, Gabor Boldowsky, Jan Latham Koenig, Catherine Spaak, Susanna Mildonian.

L’11 settembre 2006 ha suonato presso l’auditorium dell’ONU, a New York.
Nel 2008 si è esibito alla Filarmonica di Berlino e alla Sala Grande del Conservatorio di Mosca in un galà con Yuri Bashmet e Gidon Kremer ed ha eseguito la prima mondiale di Vuoto d’anima piena di Ennio Morricone sotto la direzione del maestro. Ha partecipato, alla Filarmonica di Varsavia, al festival dedicato ai 75 anni di Krzysztof Penderecki.
Nella stagione 2009-10 ha suonato al Teatro Nazionale di Praga con Denice Graves, in Cina per l’Expo, al MiTo festival di Milano, al MusikVerein di Vienna.
Ha effettuato la 1° esecuzione mondiale del concerto per flauto ed orchestra di Michael Nyman a lui dedicato.
Nel settembre 2012 è uscito il CD “Massimo Mercelli performs Philip Glass” con l’integrale della musica per flauto di Philip Glass edito da Orange Mountain Record.
Nel 2013-14 ricordiamo l’uscita del CD Bach Flute Sonatas con Ramin Bahrami per DECCA, la prima mondiale del nuovo concerto a lui dedicato da Sofia Gubaidulina e la partecipazione al concerto di apertura del Festival per gli 80 anni di Krysztoff Penderecki alla Filarmonica di Varsavia e al concerto dedicato all’Italia a Sochi durante le Olimpiadi.

E’ stato membro della giuria dei numerosissimi concorsi internazionali tra cui ricordiamo i concorsi di Ginevra, Parigi, New York, Pechino. Apprezzato didatta ha tenuto master class e docenze in Università e Conservatori di tutto il mondo.
Nell’ottobre 2017 è stato l’unico italiano del pool di direttori trai più noti d’Europa invitati dal Ministro della Cultura della Repubblica Popolare Cinese a partecipare a un viaggio in Cina per approfondire la conoscenza sulle maggiori realtà culturali cinesi.
Nel gennaio 2018 sono stati trasmessi su Rai5 una serie di documentari dedicati a lui e a Ramin Bahram sulle Sonate di Bach. È uscito per Decca il CD Bach SansSouci sempre con Bahram.
Nel 2018 si è esibito nella prima esecuzione di Jade concerto a lui dedicato da Richard Galliano al Festival di Izmir, si è esibito alla Filarmonica di Varsavia per gli 85 anni del M° Penderecki e nel maggio 2019 si è esibito al Teatro alla Scala di Milano in un programma che include concerti a lui dedicati come Contrafactus di Sollima, Warum? di Sofia Gubaidulina e la prima assoluta di un nuovo concerto per flauto e archi di Michael Nyman alla presenza del compositore.

Direttore artistico e fondatore dell’Emilia Romagna Festival, dal 2001 ha fatto parte del comitato direttivo della European Festivals Association (EFA). Dal 2011 al 2017 è stato vice Presidente della prestigiosa associazione europea.
Per la sua attività in seno all’EFA nel 2019 è stato nominato “Membro Onorario”. Per la sua attività di promotore della Musica è stato due volte premiato dal commissario europeo per la cultura Jan Figel e dal vice ministro alla cultura francese (Praga, Università e Parigi, Centre Pompidou).