Fabiana Rosaria Angotti, soprano

Conseguita la maturità classica, prosegue gli studi in Scienze e Tecniche psicologiche intraprendendo in seguito il biennio di specializzazione superiore in Musicoterapia presso il Conservatorio Alfredo Casella dell’Aquila. Inizia gli Studi Musicali grazie allo stimolo e alla guida paterna. Si diploma in PIANOFORTE presso il Conservatorio di Musica S. Cecilia in Roma sotto la guida dei Maestri Benigno Benigni prima e Francesco Martucci poi. Si avvia quindi allo studio del CANTO e si diploma con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio A.Casella di L’Aquila sotto la guida del M° Antonella Cesari. In seguito si perfeziona nel repertorio operistico e Cameristico con Monica Bacelli, Elizabeth Norberg-Schulz, Irvin Gage, Lella Cuberli, Carlo Desderi, Renato Bruson, Edda Moser, Cinzia Forte. Le sue esibizioni da solista iniziano sin dai primi anni di studio. Nel 2011 si esibisce in uno spettacolo di musiche barocche ideato da Monica Bacelli presso l’Accademia Filarmonica Romana (dove si esibirà nel 2012 e nel 2013 con il pianista Francesco Micozzi in due concerti di Musica da camera, una selezione di Lieder e brani da camera francesi, e un concerto sul tema dell’amore «I profumi di Eros» inserito nella rassegna Il bosco diurricula  Eros ). Numerosi da allora i concerti da camera e i recital operistici nelle Sale concertistiche romane e nei teatri italiani. Nel 2012 debutta nel ruolo di Merlina ne L’Impresario in angustie di Cimarosa, e nel ruolo della Mamma in Hansel e Gretel di Humperdinck presso il teatro comunale di L’Aquila e il Teatro comunale di Atri. Nel 2013 si esibisce in un Recital di arie di belcanto con il pianista Francesco Micozzi presso il teatro Rossini di Gioia del Colle, canta inoltre la Messa dell’Incoronazione di Mozart con l’Orchestra Sinfonica d’Abruzzo sotto la direzione del M° Carlo Goldstein; nello stesso anno fa il suo debutto al Teatro dell’Opera di Roma e al Teatro Verdi di Trieste in una tournée europea verdiana cantando alcuni estratti dalla Traviata tra cui E’ strano…sempre libera, sotto la direzione del M° Antonino Fogliani; nello stesso anno tiene il suo primo concerto all’estero a Strasburgo presso Les Palais des Fetes accompagnata dall’Orchestre de Jeunes de Strasbourg. Nel 2014 vince il Concorso Comunità europea di Spoleto e debutta il ruolo di Lauretta in Gianni Schicchi di Puccini e il ruolo di Ann in Alfred Alfred di Donatoni nei teatri umbri tra cui il Teatro Lirico Belli di Spoleto e il Teatro Morlacchi di Perugia sotto la direzione del M° Marco Angius; nello stesso anno debutta il ruolo di Adina in Elisir d’amore di Donizetti, inoltre si esibisce per la prima volta in Russia in un Recital belcantistico presso l’istituto di Musica Gavrilin di Vologda.

Nel 2015 canta il Requiem KV 626 di Mozart nella Cattedrale di Salisburgo, e il Magnificat BWV 243 di Bach con l’Orchestra Sinfonica d’Abruzzo presso il Teatro comunale di L’Aquila e il Teatro Flavio Vespasiano di Rieti; nello stesso anno debutta in un’opera contemporanea di Stefano Taglietti e Carlo Pasquini Idroscalo Pasolini nel ruolo di Maria Callas presso il Cantiere Internazionale delle Arti di Montepulciano; debutta inoltre nel ruolo di Musetta in Bohème di Puccini diretta dal M° Carlo Palleschi e nel ruolo di Carlotta in La finta tedesca di Hasse, presso il Teatro Lirico sperimentale di Spoleto. Nel 2016 si esibisce in un concerto sulla figura di Ofelia presso il Teatro di Villa Torlonia con il pianista Francesco Micozzi e successivamente in un concerto con ensemble barocco presso il Teatro Palladium di Roma. Nello stesso anno debutta il ruolo di Belinda nel Didone e Enea di Purcell in una rappresentazione in forma di concerto nelle Sale romane e canta il Requiem di Fauré con l’Orchestra di Padova e del Veneto sotto la direzione del M°Bressan; inoltre si esibisce in due opere contemporanee presso la Biennale di Venezia: Troposfera (di Francesco Ciurlo) nel ruolo di Dalia e Il flauto tragico (di Roberto Vetrano) nel ruolo de La Direttrice. Nel 2017 debutta il ruolo di Angelica nell’Orlando Paladino di Haydn in una produzione dell’Opera di Fribourg che la vedrà protagonista in una tournée svizzera presso le Theatre de l’Equilibre di Fribourg, la Salle CO2 de Tour de Treme e l’Opera di Lausanne, sotto la direzione di Laurent Gendre e la regia di Cedric Dorier. Nel 2018 debutta per la seconda volta nel ruolo di Musetta in una Bohème norvegese presso «Operagalla» Stavanger Konserthus ed il Sandnes Kulturhus sotto la direzione del M.Gabriele Bonolis e la regia di Rocco Pugliese; ultima produzione Traviata: debutta il ruolo di Violetta Valery presso il Festival di Noicattaro Lirica, regia Katia Ricciarelli, direttore Giovanni Rinaldi. Vincitrice di numerosi Concorsi nazionali ed internazionali come solista e in Duo da camera con il pianista Francesco Micozzi. Nel 2012 vince il primo premio assoluto del Concorso Pietro Argento (Sez. Canto lirico, Musica vocale da camera e Premio della critica; sempre nel 2012 vince il Concorso Lauri Volpi (Sez. Liederistica). Nel 2013 vince il Premio Verdi – Premio nazionale delle Arti presso Bergamo. Nel 2014 vince il Concorso Comunità Europea di Spoleto. Nel 2015 è unica finalista italiana al Concorso Viñas di Barcellona. Ha cantato sotto la direzione di Marco Angius, Marco Scogna, Carlo Goldstein, Antonino Fogliani, Carlo Palleschi, Filippo Maria Bressan, Laurent Gendre, Alessandro Cadario, Matthieu Mantanus, Gabriele Bonolis, Giovanni Rinaldi Tra i vari musicisti, registi e compositori ha collaborato con Gabriele Benigni, Stefano Taglietti, Simone Vallerotonda, Monaldo Braconi, Daniela Petracchi, Myriam Del Don, Tiziana Cosentino, Marta Rossi, Paolo Rossi, Massimo Carrano, Antonella Ciccozzi, Paolo Tagliapietra, Michele Carreca, Carlo Pasquini, Cedric Dorier, Simone Pintor, Roberto Vetrano, Francesco Ciurlo, Giorgio Bongiovanni, Luca Bargagna, Rocco Pugliese, Martin Ruis, Lorenzo Acquaviva, Stefania Toscano, Sandro Corelli, Katia Ricciarelli. Il suo repertorio spazia dal ‘600 alla musica contemporanea del ‘900, dalla liederistica alla musica da camera francese e italiana. Oltre alle produzioni operistiche svolge un’intensa attività concertistica (sia nel repertorio da camera che nel repertorio operistico) in importanti Teatri e Sale da Concerto in Italia e all’estestero. È in Duo stabile con il pianista Francesco Micozzi

 

Sara Pallini, attrice

Successivamente alla maturità classica, consegue la laurea quinquennale in D.A.M.S. nel 2006, con tesi sperimentale da 110 e lode su: “Aspetti comuni nel training dell’attore di teatro N? e del praticante di arti marziali giapponesi”. Nel 2011 si diploma attrice all’Accademia Nazionale D’arte Drammatica Silvio D’Amico. L’anno dopo prende anche il diploma A.I.G.A.M. per l’educazione musicale del bambino da 0 a 6 anni.

Eppure sono le arti marziali, praticate per 20 anni, ad accompagnarla fin da quando era bambina: Aikido, Iaido (spada tradizionale giapponese) e H?j? (bastone con forte orientamento allo studio della respirazione secondo 4 ritmi legati alle quattro stagioni). Contemporaneamente a queste ultime, ancora adolescente, studia anche per sei anni danza but?, la danza contemporanea giapponese.

Grazie a tanta formazione riesce nel tempo a lavorare sia in TV per la RAI, che in cinema con Danny Boyle, Paolo Virzì, Sergio Rubini, e in teatro con lo Stabile delle Marche, il Teatro di Roma ed il Festival dei due Mondi di Spoleto, trovandosi a  collaborare con Massimo Popolizio, Piero Maccarinelli, Daniele Salvo, Patrizia Zappa Mulas, Riccardo Caporossi, Gianni Leonetti, ma soprattutto Dacia Maraini e Gabriele Lavia, i suoi primi fondanti maestri. Nel 2017 insegna in quattro scuole elementari, curando la regia del Sogno di Shakespeare, che porta i bambini in scena a Teatro India, nell’ambito del progetto Ars-Incanto patrocinato dal Teatro di Roma.

Da circa dieci anni, prosegue la formazione alternando lo studio della danza classica  a quello del pianoforte e del canto lirico, per poter musicare un giorno la sua poesia: mezzo espressivo che l’attrice non vive diversamente dall’insegnamento e dalla recitazione, ma sempre come forma di trasmissione di qualcosa più alto e   …“altro da sé”.

Attualmente è impegnata in tour nazionale con lo spettacolo “Per Giulia”, scritto da Dacia Maraini, e a breve inizierà anche l’allestimento dell’inedito “Giganti della montagna” di Pirandello, per la regia di Gabriele Lavia.

 

Francesco Micozzi

Francesco Micozzi, pianista, è nato a Roma nel 1985. Intraprende precocemente gli studi musicali mostrando una spiccata sensibilità artistica. Si diploma brillantemente presso il Conservatorio di Musica S. Cecilia di Roma nel 2005 con il massimo dei voti e la lode, conseguendo in seguito il Biennio specialistico con il medesimo voto, sotto la guida di C. Pistillo e P. Tramoni. Nel 2005 si diploma presso l’Accademia pianistica Incontri col Maestro di Imola sotto la guida di P. Masi, e con lo stesso frequenta il corso di perfezionamento pianistico presso l’Accademia Musicale di Firenze. Ha conosciuto le tematiche e i principi della scuola tecnica russa grazie alla frequentazione del Maestro V. Voskobojnikov, allievo diretto del Maestro H.Neuhaus. Ha partecipato a diversi corsi di studio e Masterclass di pianoforte e musica da camera con F. Medori, L. Pietrocini, F. di Cesare, M. Crudeli, S. Pochekin, F. Gottlieb, D. Alexeev. Con il M. Crudeli ha conseguito il Diplome de virtuositè presso la Schola Cantorum a Parigi. Ha suonato e tenuto recitals in diverse città: Roma (Sala Baldini, Palazzo Barberini, Teatro Palladium, Museo Napoleonico, Teatro di Villa Torlonia, Musica Canonica, Museo casa di Goethe, ecc.), Firenze, Norcia, Belluno, Empoli, Murrhardt (Germania). Ha inoltre vinto e conseguito primi premi in molti concorsi pianistici nazionali ed internazionali. Tuttora si esibisce come solista ed in Duo stabile con il soprano Rosaria Angotti, con la quale ha sostenuto numerosi concorsi di musica liederistica e operistica, conseguendo sempre il primo premio assoluto. Parallelemente all’attività solisitica e cameristica, svolge attività di pianista accompagnatore presso concorsi internazionali, corsi e masterclasses di tutti gli strumenti. Ha partecipato in qualistà di pianista accompagnatore ai corsi di perfezionamento in canto lirico e liederistica tenuti da Elizabeth Norberg-schulz, Irwin Gage, Erling Eriksen ed altri presso l’Accademia Filarmonica Romana e altre prestigiose istituzioni. Svolge inoltre intensissima attività didattica seguendo i corsi preaccademici presso l’Istituto Nazareth, la scuola di musica Anton Rubinstein e il Collegio Seraphicum di Roma. Molti suoi allievi si sono distinti in numerosi concorsi Nazionali ed Internazi