Nato a Vicenza nell’agosto del 1957, Rea si è presto stabilito a Roma, dove ha condiviso i primi anni d’attività con Enzo Pietropaoli e Roberto Gatto nel Trio di Roma.
Contemporaneamente alla pratica jazzistica, si diploma nel 1980 in pianoforte classico presso il conservatorio di Santa Cecilia di Roma. Rimane comunque profondamente colpito anche dall’esperienza inglese del progressive rock, dal pop nobile di Burt Bacharach.

Per la sua formazione si rivela molto importante anche la collaborazione con il contrabbassista Giovanni Tommaso in una lunga tournée del New Perigeo, che in quell’occasione affianca Riccardo Cocciante e Rino Gaetano.
Più in generale, tra la fine degli anni ’70 e l’inizio del decennio successivo, Danilo Rea partecipa attivamente alla crescita impetuosa della scena jazzistica di Roma, città in cui in quel periodo gravitano molti musicisti italiani e internazionali di grande spessore.
Alla carriera di pianista jazz, Rea ha affiancato collaborazioni importanti con artisti del calibro di Mina, Claudio Baglioni, Riccardo Cocciante, Pino Daniele, Fiorella Mannoia e più recentemente Gino Paoli.
Nella seconda metà degli anni ’80 fonda con Enzo Pietropaoli e con il batterista Fabrizio Sferra i Doctor 3, trio che in oltre dieci anni di attività ha magistralmente messo in scena un repertorio in perfetto equilibrio tra jazz, pop e rock.