Critici attenti hanno espresso ovunque, in Italia e all’estero, vivi apprezzamenti su Carlo Negroni.

Si diploma al Conservatorio di S. Cecilia a Roma con il massimo dei voti, la lode e il premio come miglior diploma dell’anno sotto la guida di Sergio Perticaroli.
Vince una borsa di studio presso la North Carolina School of arts dove inizia il suo rapporto con la musica negli Stati Uniti.

Segue un corso di perfezionamento con il maestro Stanislaw Neuhaus, e poi un corso di perfezionamento presso il Mozarteum di Salisburgo.

Frequenta i “clinics” di Umbria Jazz tenuti dal “Berklee College of music” per lo studio del jazz.
Collabora con il maestro Hans Werner Henze.
Consegue il primo premio assoluto al concorso pianistico “Rendano”.

Attività didattica
Svolge attività di insegnante come docente di conservatorio in Italia. Dal 2004 è titolare infatti dei corsi di laurea in Conservatorio triennio e biennio di jazz e biennio di pianoforte moderno, “improvvisazione e instant composition” nel dipartimento “musica attuale musica d’uso e per lo spettacolo”.
Per la sua grande versatilità tra musica classica, jazz, contemporanea, elettronica, è molto apprezzato negli Stati Uniti, dove tiene seminari e master classes nelle maggiori università di Stati Uniti e Sud America.

Radio e televisione
Ha collaborato quale solista con l’orchestra sinfonica della Rai e collabora assiduamente con la Rai in vari programmi televisivi e radiofonici nelle diverse reti.
In particolare:

  • “Stiffelius”, Rai3, dove ha curato e condotto una rubrica sulla storia della canzone italiana, scrivendo testi e arrangiamenti
  • “Il piacere dell’estate”, Rai2, direttore musicale ed esecutore in video
  • “Lascia o Raddoppia”, Rai1
  • “Mi manda Lubrano”, Rai3
  • “Questa Italia”, Rai International, rubrica sulle colonne sonore dei film italiani

Dal 1999 è uno dei principali artefici del successo della trasmissione “Invenzioni a due voci”, Rai-Radio3, happening musicale e di improvvisazioni su temi tratti da ascolti estemporanei.

Nel 1987 crea ed è leader del “Carlo Negroni side by side”, sintesi della cultura classico–jazzistica frutto della sua esperienza pluriennale.

Attività di solista

Partecipa come solista a numerosi festival e stagioni internazionali: “Nuova Musica”, “Festival Barocco”di Viterbo, “Nuova Consonanza”, “Roma Europa Festival”, “Accademia di Santa Cecilia”, Radio Orchestra di Zagabria, “Italian Festival” di Broadway, “Chamber Music Society” di Chicago, “Carnegie Hall” di NewYork.

In tournée tocca, oltre l’Italia, la Francia, l’Austria, la Colombia, il Venezuela, l’Egitto, il Kenya, gli Usa.

Attività di compositore
Ha composto e diretto musiche per balletti, tra i quali “Gente” commissionato dalla Sagra Musicale Umbra e per variecommedie musicali.

Ha inoltre inciso per la Rai, Edipan, Radio Bucarest, Radio Vaticana, Radiotre, RCA, EMI.
Ha collaborato nella registrazione di colonne sonore di Ennio Morricone, Nicola Piovani, Ritz Ortolani, Luis Bacalof e altri.

2001
Il 27 gennaio 2001 giornata mondiale delle celebrazioni per il centenario di Giuseppe Verdi, in diretta europea su Radio Europe collegata con tutti i paesi della Comunità Europea, esegue improvvisazioni su temi verdiani.

Il 6 maggio 2001 tiene un concerto al Quirinale, “Millenium Bach”, liberi ricercari sui temi del clavicembalo ben temperato, sintesi di una singolare ricerca tra la polifonica arte bachiana e un continuo divenire e ottimizzarsi della composizione estemporanea nell’utilizzo dei diversi linguaggi musicali.
Il concerto è stato trasmesso in diretta radiofonica su Rai Radio 3.

2002
Nel dicembre 2002 è stato invitato dall’università “Federico II” di Napoli, facoltà di Filosofia, a tenere una lezione concerto sul tema “La riattuazione della pratica improvvisativa come status della creatività nella musica del nostro tempo”.
Nel mese di giugno 2002 compone la colonna sonora del film “Americani a Roma” prodotto dalla facoltà “Scienza della Comunicazione” della Università “La Sapienza” di Roma.
A luglio cura le musiche di uno spettacolo di Giorgio Presburger e inaugura il “Mittelfest” con l’elaborazione in chiave jazz di temi di musica Yiddish.

2003
Nel mese di settembre 2003 inaugura la stagione dell’Accademia di Francia in Roma con un concerto di sue composizioni per i “nuovi profili della musica europea tra Italia e Francia”, con diretta radiofonica Rai.
In ottobre si esibisce in duo pianistico con Enrico Pieranunzi all’interno di una diretta di Radio3 RAi durante la “Notte Bianca di Roma”.
Vince la selezione dei “compositori per Radio3”, e gli viene assegnato l’incarico di comporre tutte le sigle del palinsesto di Radio 3.

2004
Il 29 febbraio 2004, anniversario di Gioacchino Rossini, è ospite al Quirinale ed esegue improvvisazioni su temi di Rossini, alternandosi al pianoforte con Danilo Rea, in un concerto con diretta radiofonica su Radio 3 e in collegamento con Radio Europe e tutti i paesi della Comunità Europea.
Partecipa all’edizione 2004 della “Notte Bianca di Roma”.
Nell’ottobre è scritturato dalla Twenty Century Fox per eseguire un concerto con musiche di Cole Porter da lui riarrangiate per la presentazione del film “De lovely”, sulla vita di Cole Porter.
A luglio compone e viene eseguito “two and two” per due pianoforti e percussioni.

Le composizioni di Carlo Negroni sono edite da Rai-Trade.

Nel gennaio 2006 viene pubblicato il suo disco col progetto “Millenium Bach” prodotto da Rai-Trade.

Carlo Negroni si è esibito per I Concerti nel Parco il 23 luglio 2007