Il gruppo vocale di Alta Cucina nasce nel 2002.
Le quattro vocalist si incontrano durante eventi e seminari a cappella e sentono nascere tra loro un’istintiva sintonia musicale. Decidono di mettere a frutto le  reciproche esperienze per dare un contributo originale e prettamente femminile al panorama italiano della musica vocale.

Voci fresche, moderne, che affrontano generi diversi: dal classico al jazz, dal pop al funky e alla bossa nova, in un repertorio misto in lingua inglese ed italiana.

L’idea del nome Alta Cucina è legato al duplice significato della parola gola: è organo vocale e principale veicolo del gusto, è strumento musicale e anche legato al piacere della cucina.
Nell’aggettivo Alta va cercato invece l’accezione di qualità: una qualità della musica a cui l’attività artistica del quartetto tende in modo costante e che vuole proporre al pubblico.

Il quartetto vocale è composto da professioniste del genere “a cappella”, canto di sole voci senza alcun accompagnamento strumentale. Ognuna proviene da altre formazioni del genere – “Jazz& Jam”, White Gospel Group, Gospel Beam, That’sAll – e dal musical teatrale – “Cat’s,” “Jesus Christ Superstar”, “Rent”, “Honey Pie”, “No, no Nanette”

Partecipano a prestigiose masterclass  – M-Pac, Swingle Singers, Jonathan Rathbone – stagioni concertistiche, festivalnazionali ed internazionali, tra cui “Premio Quartetto Cetra”, Acappella Fiesta” ( Amsterdam) “Voice Mania” (Vienna, “Acappella Festival” (Zurigo), ”SoleVoci” , “Autunno sull’Adda” “Sette Note in Settima”.

Sono ospiti stabili della trasmissione di Radio Due Decanter nell’ambito dello spazio Decantautore e presenti sulla scena discografica con i CD “Libera la fantasia”, “Jazz it on” e “Vox”.

Sito ufficiale di Alta Cucina